SALUTE SENZA BARRIERE: PREVENZIONE E CONTROLLO DELLE MALATTIE NON TRASMISSIBILI IN MOZAMBICO

Fondazione Aurora, in partenariato con l’Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau – AIFO, il Forum delle Associazioni Mozambicane delle Persone con Disabilità, la Direzione Provinciale Sanitaria di Cabo Delgado e di Manica e il PIN S.C.R.L. Servizi Didattici e Scientifici per l’Università di Firenze (ARCO-PIN) contribuisce a facilitare l’accesso al sistema di salute e a cure sanitarie di qualità, al fine di ridurre la mortalità causata dalle principali malattie non trasmissibili e promuovere l’inclusione sociale delle persone con disabilità.

Nello specifico Fondazione Aurora collabora con una ONG mozambicana chiamata COLUAS per promuovere l’autonomia finanziaria e quindi l’empowerment sociale delle persone con disabilità in Mozambico nel progetto “Salute senza barriere” cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – AICS.

Fra i risultati attesi da questa iniziativa rientra anche il rafforzamento organizzativo della stessa ONG COLUAS nell’implementare attività effettive di inclusione economica e sociale per le persone con disabilità.

→ Migliorare l’ambiente sociale minimizzando l’esposizione ai fattori di rischio delle malattie non trasmissibili e garantire l’accesso all’assistenza sanitaria per coloro che ne hanno bisogno.
→ Contribuire all’abbattimento delle barriere socio-economiche e degli ostacoli causa dell’esclusione sociale delle persone con disabilità.
→ Contribuire al matching sul mercato fra le necessità reali delle comunità locali e le potenziali attività generatrici di reddito, individuando nuovi canali finanziari di accesso al credito.
→ Rafforzamento della capacità istituzionale e organizzativa della cooperativa locale gestita da persone con disabilità Luana Sowing Smiles – COLUAS, per ampliare il suo operato ad altre zone più periferiche del Paese
→ Sostenere l’imprenditoria locale nelle politiche di responsabilità sociale affinché le persone con disabilità possano ottenere un reddito individuale
→ Consolidare la rete psicosociale di comunità per assicurare la sostenibilità dell’intervento economico e supportare le persone con disabilità.

PERSONE RAGGIUNTE:
180.585 persone
DIRETTAMENTE COINVOLTE:
96.753 persone (49.826 donne)
5 CENTRI DI SALUTE E COMITATI DI SALUTE COMUNITARI
IMPRESE, ENTI PUBBLICI E ORGANIZZAZIONI FRA CUI UNA COOPERATIVA DI PERSONE CON DISABILITÀ

SCARICA LA SCHEDA DEL PROGETTO

Partner del progetto